MARIA PIA
mariapiasettinp@yahoo.it
MARIA PIA SETTIN

Bellinzona (Svizzera) paese della sua infanzia, è la culla di partenza per il suo percorso artistico. Nel 1979 inizia a dipingere frequentando lo studio del pittore asolano Federico Polo, studia l’affresco con il Prof. Verenini e grafica con il Prof. Marcon.

Partecipa a numerosi concorsi, ottenendo vari riconoscimenti già dal 1983 con il Premio d’Arte “Europa giovani” (palazzo Agostinelli a Bassano del Grappa)

Dal 2000 al 2003 segue il corso di nudo all’Accademia di Belle Arti di Venezia.

Dal 2004 entra a far parte dei gruppi veneti ”La Costola” e “Blu Cobalto”: Con loro partecipa a diverse collettive: Expo Dolomiti Arte (Longarone), Villa Pisani di Stra (VE), Torre degli Ezzelini a Bassano del Grappa.

Nel 2009 avviene un cambiamento radicale nel suo percorso artistico.

Contenitore di oggetti, accessorio di uso femminile, feticcio tra i più amati, la borsa diventa unica erede per trasmettere il suo messaggio artistico.

L’ossessione per la classificazione e la conseguente combinazione di riferimenti eterogenei, che contraddistingue le sue opere, è restituita in forma gerarchica elegantemente ordinata in una ragnatela di connessioni.

L’abilità dell’artista sta per l’appunto nell’esser riuscita a trasmettere le sue idee in modo deciso e raffinato, dirompente ed elegante.

Richiamata dal desiderio di immortalare frammenti di emozioni, trova nella fotografia un viaggio infinito verso la luce, donando allo spettatore un’altra interpretazione dell’opera materica.